ANartI
IL SITO DELL'ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARTIGLIERI D'ITALIA
IL MEDAGLIERE

Home

Storia_Associazione

Struttura_Organico

Presidenza

Delegati_Regionali

Federazioni_Provinciali

Sezioni_Comunali

Gruppi_Regimentali_ANartI

Diffusione_Nazionale

Statuto

Storia_Arma

Bandiera

Medagliere

Santa_Barbara

Periodico_Artigliere

Periodici_Sezioni

Distintivi_Insegne

Contatti

ANartI_Facebook

Link_Amici

Mappa_Sito

 
Medagliere_ANartI

 

     Stemma Araldico, adottato dopo la seconda Guerra Mondiale, evidenzia:

     Nella blasonatura:

  •  La storia dell'Arma, rappresentata dalle Bandiere degli Eserciti preunitari (1750-1800);
  • la gloria Militare, sublimata con le ricompense al valore concesse alla Bandiera dell'Arma;
  • il legame dell'Associazione all'ARMA madre, rappresentato dalla riproduzione del fregio dell'Arma.

     Lo Scudo Sannitico, diviso a metà, raffigura nell’ordine:

  • affiancate nel primo terzo, le Bandiere d'ordinanza di Battaglione e del Corpo Reale d'Artiglieria fiancheggianti la Colonnella del 1700, modificata all'epoca di Vittorio Amedeo III (1773-96) in "Colonnella del Corpo Reale d'Artiglieria" con l'aggiunta all'aquila nera, in volo, e di quattro campi animati da tre lingue convergenti al centro, di colore uguale alla fodera dell'uniforme e le zampe poggianti su due cannoni incrociati;
  • nei due rimanenti terzi, la Bandiera d'Ordinanza del Battaglione Reale d'Artiglieria.

     Il Fregio dominante è quello stabilito per l'Arma di Artiglieria; due bocche da fuoco in decusse poste dietro la Medusa, sormontate da una granata a due manici prorompente fiamme ripiegate a destra.

     Tre Nastri per lato, cinque azzurri ed uno rosso ed azzurro, indicanti le ricompense al Valor Militare concesse alla Bandiera dell'Arma, si dipartono dallo scudo.

     Un cartiglio dorato con estremità bifide riporta la scritta “SEMPRE E DOVUNQUE”, motto dell'Arma d’Artiglieria.

     Ricompense alle al Valor Militare alle Bandiere Reggimentali e ai gruppi 16 medaglie d'Oro

     1° Rgt. a. celere "Eugenio di Savoia" Africa settentrionale: 26 maggio - 26 luglio 1942

     14° Rgt. a. "Ferrara" Fronte greco: 28 ottobre 1940 - 23 aprile 1941

     8° Rgt. a. "Pasubio" Fronte russo (Don): 1 dicembre 1942 - 15 gennaio 1943

     19° Rgt. a. "Venezia" Montenegro: 8 settembre - 1 dicembre 1943 

     33° Rgt. a. "Acqui" Cefalonia: 8-25 settembre 1943

     52° Rgt. a. "Torino" Fronte russo: luglio 1942 - gennaio 1943

     132° Rgt. a. "Ariete" Africa settentrionale: aprile 1941 - settembre 1942

     185° Rgt. a. para "Folgore" Africa settentrionale: 22 luglio - 12 ottobre 1942 - El Alamein: 23 ottobre - 6 novembre 1942 

     3° Rgt. a. C.A. per il 30° Rgpt. a. C.A. Fronte russo: dicembre 1942 - febbraio 1943

     Gr. a. alpina "Aosta" Albania: 9 settembre 1943 - 31 ottobre 1944

     2° Rgt. a. alpina "Tridentina" Fronte russo (Medio Don): agosto 1942 - febbraio 1943

     3° Rgt. a. alpina "Julia" Fronte greco: 28 ottobre 1940 - 23 aprile 1941 - Fronte russo: 15 settembre 1942 - 1 febbraio 1943 

     4° Rgt. a. alpina "Cuneense" Fronte russo: 20 settembre 1942 - 27 gennaio 1943

     21° Rgt. a. "Trieste" Africa settentrionale: 1941 – 1942

     Ricompense individuali:

  • 298 Ordini Militari d'Italia
  • 252 Medaglie d'Oro
  • 25 Medaglie d'Argento
  • 28 Medaglie di Bronzo
  • 20 Croci al Valor Militare

     IL MEDAGLIERE NAZIONALE

     Sul Medagliere Nazionale sono appuntate le seguenti decorazioni:

     Le Decorazioni alla Bandiera dell'Arma,

  • 298 Ordini Militari di Savoia e d'Italia
  • 16 Medaglie d'Oro al Valor Militare alle Unità di Artiglieria

AGGIORNATA AL 15 GIUGNO 2015

Copyright © A.N.art.I. 2017 - Tutti i diritti riservati